top of page

Vocabolario Universitario: il piano di studi

Quando ti avvicinerai al mondo dell’università, ti capiterà di incontrare strane sigle e parole. All’inizio questa nuova terminologia così tecnica potrebbe spaventarti, ma non temere: con questo articolo vogliamo svelarti cosa significano. Ricorda che se, dopo la lettura, ti restano ancora dei dubbi, puoi sempre fissare un appuntamento allo sportello formazione dell’Orientagiovani per avere ulteriori spiegazioni e chiarimenti…



Abbiamo già accennato negli articoli precedenti al piano di studi: è l’insieme di tutte le attività che dovrai affrontare e superare per conseguire la laurea. Al suo interno, troverai esami, esercitazioni, laboratori, tirocini, la stesura della tesi.

Ogni corso di laurea ha un suo piano di studi specifico, che a volte può essere leggermente modificato dallo studente: ci sono alcune materie che sono imprescindibili, e che non potrai modificare, mentre altre saranno a tua scelta.

Il piano di studi di un corso di laurea si trova nel Manifesto degli studi, consulta il sito della tua università per capire quali sono le modalità di presentazione del piano e soprattutto le tempistiche, dato che in alcune università ci sono delle precise finestre di tempo entro cui puoi modificare il piano: è molto importante quindi non lasciarsi sfuggire le date giuste.

Come dicevamo, in un corso di laurea non ci sono solo gli esami da sostenere e le materie da studiare! Il tuo piano di studi è composto dalle attività formative. Fra queste, oltre ai classici corsi di insegnamento, troverai molte altre cose: seminari, esercitazioni, laboratori, tirocini, progetti, tesi…

A volte queste attività sono a frequenza obbligatoria. Ciò significa che le tue presenze sono monitorate: ti chiederanno di firmare all’ingresso e all’uscita e non potrai superare più di un certo numero di assenze. Si dice invece che la frequenza è consigliata quando non controlleranno quante lezioni hai frequentato. Ci sentiamo di dirti che la frequenza alle lezioni universitarie è sempre utile, anche se non obbligatoria.

In alcuni casi, i corsi di laurea prevedono curricula diversi. Ogni curriculum ha delle attività formative che sono caratterizzanti. Due studenti possono quindi essere iscritti al medesimo corso di laurea, ma a dei curricula diversi: in questo caso, le attività non coincideranno.

6 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti