top of page

Vocabolario Universitario: l'anno accademico




Ti chiederai se il calendario del mondo universitario coincide con l’anno solare. Non è così! L’anno accademico inizia di norma ad ottobre, e dura 12 mesi, terminando a settembre. Generalmente da ottobre a giugno frequenterai lezioni, laboratori ed esercitazioni, nei restanti mesi ci saranno le sessioni d’esame, a cui dovrai iscriverti per sostenere gli esami delle materie che hai frequentato precedentemente. L’ultima sessione d’esame che si riferisce all’anno accademico ha luogo entro il 31 marzo dell’anno successivo. Quindi, se hai frequentato un corso nel novembre 2022, potrai dare l’esame considerandoti in corso di anno accademico fino a marzo 2023. Questo non significa che non potrai più dare l’esame, ma che lo sosterrai al di fuori dell’anno accademico in cui hai frequentato il corso. Ogni sessione d’esame è formata da più appelli, cioè più occasioni in cui potrai dare l’esame. Ad esempio, la sessione estiva include l’appello di giugno e l’appello di luglio. Dovrai ricordarti di essere molto attento a rispettare i tempi per iscriverti a ciascun appello: si può accedere all’esame solo quando si è iscritti. A volte, in caso di bocciatura in un appello, i professori non permettono di sostenere l’esame nell’appello successivo della medesima sessione. Questa è una scelta molto variabile e non è scontata, perciò informati sempre sulle modalità d’esame dei corsi che stai seguendo. Solitamente durante le sessioni d’esame le lezioni sono sospese, e nella maggior parte dei casi avrai a disposizione tre sessioni: estiva (giugno-luglio), autunnale (settembre) e invernale (gennaio-febbraio). Gli esami possono essere scritti, orali o in forma mista (sia scritto che orale), e la valutazione è espressa in trentesimi. La sufficienza è collocata a 18/30.






5 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page