top of page

La povertà in Italia: alcuni spunti di riflessione.


Nel 2019 l’incidenza della povertà in Italia si attestava intorno al 20%, sono considerate particolarmente a rischio soprattutto le famiglie con figli minorenni.


Vivere in una condizione di povertà non è solo l’esito di una situazione individuale sfortunata, ma di numerosi fattori che si combinano fra loro in un determinato momento storico:

  • il sistema di welfare, ovvero tutte quelle politiche messe in atto dallo Stato per garantire il benessere e l’assistenza dei cittadini;

  • le caratteristiche del mercato del lavoro formale e informale (tasso di occupazione, livello dei salari e di protezione dei lavoratori, formazione professionale);

  • la struttura familiare (composizione delle famiglie, livello di solidarietà, età di uscita di casa…);

  • le organizzazioni sociali e del terzo settore (sostegno economico, assistenza alimentare e abitativa…)

In Italia, in particolare, concorrono diversi elementi.

Innanzitutto, il mercato del lavoro è molto frammentato e questo genera diversi livelli di sviluppo economico, che variano di territorio in territorio. La maggior parte dei lavoratori in Italia sono occupati in aziende con meno di 20 dipendenti e a conduzione familiare. Questo modello ha pregi e difetti. Questi ultimi in particolare consistono in salari più bassi dovuti ad una minore produttività rispetto alle grandi aziende e ad un minor potere di contrattazione dei sindacati.

Inoltre, il sistema di aiuti è ancora molto fondato sulla solidarietà familiare. Questo genera una disparità di genere nella suddivisione dei carichi di lavoro all’interno della famiglia.

Il sostegno che una famiglia o una persona può ottenere dal sistema di welfare è ancora molto diverso da un territorio all’altro, e spesso deriva da associazioni caritatevoli e di terzo settore, anche queste distribuite in modo disomogeneo.

A tutti questi elementi si aggiungono diversi fenomeni storici, le cui influenze arrivano ancora a noi oggi.

Il quadro della povertà in Italia richiede quindi una riflessione profonda, che non si esaurisce nella situazione della singola famiglia o della specifica persona, ma che deve essere affrontato da diversi punti di vista: sociali, politici, ambientali, economici.


Fonte: C. Saraceno, D. Benassi e E. Morlicchio (2022) La povertà in Italia. Soggetti, meccanismi, politiche. Bologna, Il Mulino.

9 visualizzazioni0 commenti